venerdì 7 febbraio 2014

Ipotesi su Gesù di Vittorio #Messori (12/14). Gesù e il suo Vangelo hanno vinto la prova della storia.

Da dove vieni? La riflessione sul NT non è limitata solo alla risoluzione dell’enigma storico di Gesù e del cristianesimo. Il centro della riflessione è affrontare il problema, non ancora esaurito, di un insegnamento e di un etica. Una dopo l’altra tramontano le ideologie (le religioni create dall'uomo), mentre la sensibilità moderna trova nel cristianesimo un punto di riferimento. In 20 secoli questo messaggio ha avuto una rilevanza storica e un’universalità unica nel tempo e nello spazio. Innumerevoli e terribili sono i problemi che impegnano un cristiano che rifletta sulla propria fede. 
  • Gesù è un mistero che illumina, mistero che sembra inconcepibile all'uomo, ma l’uomo senza quel mistero è ancora più incomprensibile (Pascal).
Il Vangelo è usato dalla Chiesa, ma anche da coloro che hanno voluto denunciare e combattere le ingiustizie. Il messaggio evangelico è vario e pieno di potenzialità, e una vergognosa testimonianza di ciò è la divisione tra i cristiani.

La fede in Gesù è sopravvissuta nonostante l’ateismo scientifico (che esclude la dimensione religiosa), le ideologie e le filosofie di ogni tempo. In questo senso il Vangelo non è mai diventato un classicoOgni insegnamento può essere riletto in chiave attuale.  

Rispetto alle altre religioni, il Cristianesimo non è rimasto legato ad un popolo (ebrei) , ad una  zona (i tropici - islam), non è frutto di cultura (induismo, confucianesimo, buddismo), o di tradizione (shintoismo). L’uomo che si propone di imitare Gesù non è bello e virtuoso (mitologia greca), non è guerriero (romani e shintoisti), non è giusto (ebrei), non è asceta (induisti), non è lo schiavo di Allah (islam), ma è santo.

  • Atti 5 Gamaliele (maestro e membro del Sinedrio) “Disinteressatevi di questi uomini, perché se questo disegno è opera di uomini si scioglierà, ma se è di Dio non potete disperderli”. 
La critica vuole dimostrare che i testi sono inventati, però mostra profonda ammirazione per l'uomo Gesù (negando la sua divinità): i Vangeli sono falsi ma il suo insegnamento è incomparabile. A conseguenza di ciò i cristiani vengono rimproverati di non essere abbastanza seguaci di Cristo. 
  • Feuerbach (ateo) “l’essenza del cristianesimo è l’essenza dei sentimenti che albergano nel nostro cuore. I dogmi del cristianesimo sono desideri appagati del cuore umano”. 
Gesù, anche per gli increduli, è riuscito a condensare in sé, le aspirazioni più profonde e venerabili dell’uomo di tutti i tempi. C’è chi afferma che l’etica proposta realizzerebbe una terapia psicologica corretta per realizzare la piena umanità, per recuperare l’equilibrio. La rivelazione cristiana non getta luce solo su Dio, ma anche sull'uomo. 
  • Pascal: “Perché una religione sia vera bisogna che abbia conosciuto la nostra natura. Chi non l’ha conosciuta se non il cristiano?”
La più significativa scoperta della scienza psichiatrica è il potere dell’amore di proteggere e ristabilire la mente. Per Gesù, colui che non ama è nel peccato: non perché va contro Dio ma perché va contro se stesso. Studiosi moderni hanno definito il cristianesimo “dottrina dell’amore radicale”. 
  • “Tutto mi è lecito, non tutto è utile” “Chi ama il prossimo ha adempiuto la legge” Paolo.
  • “Chi non ama rimane nella morte” “Chi ama dimora nella luce” Giovanni
L’etica di Gesù, sviluppata nella lettera del NT è secolare e laica, non è rivolta ai soli credenti, non è un diktact, non ha prescrizioni rigide, igieniche, e concessioni.